Luca Bonaffini

Antiwar songs by Luca Bonaffini
MusicBrainzMusicBrainz DiscogsDiscogs Italy Italy


Luca Bonaffinida venti anni Luca Bonaffini ama raccontarsi sui palcoscenici italiani, da adolescente talentuoso che cerca di non crescere mai per non doversi adattare alla comodità di una vita senza partecipazione sociale, e lo fa con una voce dal timbro caldo sulla base di ritmi metropolitani, all'insegna della migliore canzone pop all’italiana.
Lo stile si sposa da sempre al folk americano e irlandese e alla canzone d’autore impegnata del dopoguerra. Tra i miti dell’adolescenza: Brél, Dylan, Serrat, Jara, Cohen, Milanes, De Andrè, Guccini.
Citato sul sito di Serrat, su www.nonviolenti.org per i testi volti all'impegno sociale, ha scritto un intero cd-tributo al '900, parlando delle apocalissi scampate, del secolo breve di Hobsbown:: una drammatica visione del dopo guerra dalla bomba di Hiroshima, alla pulizia etnica della ex Jugoslavia, dal trionfo delle scienze tecnologiche al pensiero underground. Il cd ospita Claudio Lolli, in veste di attore, autore e interprete. La celtica "La Quinta Stagione" interpretata da Bertoli, è stata scritta da questo cantautore ed è incisa su un altro suo album, BLEZ, prodotto da C. Caselli. Per lunghi anni è stato anche co-autore di Bertoli, e con il cd ORACOLI, ha consegnato un disco d'oro alla storia... Nel 2003 esce il suo settimo disco, titolato TRENI, dove appaiono letture di costume, nostalgie generazionali, bilanci, conti con le illusioni, i desideri che ognuno conserva nella vita, e un natale di tragiche solitudini... Solare ma pur sempre riflessivo. Su etichetta Azzurra Music-d'Autore a soli 10 Euro, prezzo antipirateria.