Contratto Sociale GNU Folk

Canzoni contro la guerra di Contratto Sociale GNU Folk

http://www.myspace.com/contrattosocial...
http://www.contrattosociale.it/
Contratto Sociale GNU-Folk è un gruppo di 8 elementi che nasce a Lucca nell’Estate del 2000, ma che arriva ad una certa stabilità di formazione solo nell’autunno del 2004, con piccoli cambi di formazione negli anni successivi.

Da quel momento l’intreccio delle esperienze dei componenti, tutti provenienti da realtà musicali diverse, stimola la reinterpretazione dei pezzi pre-esistenti e la scrittura di una ventina di pezzi nuovi. Contemporaneamente si apre un periodo di intensa attività live che li vede girare la Toscana in compagnia dell’impianto messo insieme con i rimborsi spese dei concerti e i loro risparmi.

Nell’autunno del 2005 preparano un repertorio di pezzi popolari sulla Resistenza con Laura Bartolini per il Festival Internazionale “Visionaria” di Siena, poi cancellato per problemi dovuti all’organizzazione.

Nel 2006 ottengono l’ingresso del loro brano “Ion Cazacu” in rotazione su Radiattiva, la radio del Fronte Popolare per la musica libera.

Il Brano “Ion Cazacu” entra anche nella compilation UndergroundPisa #00 pubblicata a Novembre 2006.

Nel 2009 riprendono il progetto di registrare un disco, partendo da un ep, completamente autoprodotto. A inizio 2010 decidono di partecipare al concorso internazionale Emergenza Rock Festival risultando terzi nella finale regionale, mentre nel Luglio dello stesso anno vincono il Lucca Summer Giovani, concorso per band emergenti legato al rinomato festival musicale “Lucca Summer Festival”.

Il 1 Novembre del 2010 è la data di uscita di ” – CsGf – Rosso”, il Primo E.P. dei Contratto Sociale GnU_FolK, primo capitolo della storia discografica della band. Un E.P. Completamente autoprodotto di tre brani, fra i quali spicca la cover del brano “Briganti se More” di Eugenio Bennato (canzone che trova giusta proposta critica nell’anno delle commemorazioni risorgimentali), a fare da inframezzo a “Il Vampiro” ed “Una questione privata”, due pezzi completamente differenti, come tipologia musicale e scelta di testo, uno ironico e attuale, l’altro traduzione canzonesca del romanzo di Beppe Fenoglio.

Dal 14 Novembre del 2010 è la prima data un tour nei teatri italiani, in collaborazione con la compagnia “Teatro e non Solo”, di uno spettacolo intitolato “Alt, la Primavera del ’78”, incentrato sulle figure di Peppino Impastato e Aldo Moro.

Lo stesso mese, i CSGF sono ospiti del MEI (Meeting etichette indipendenti) di Faenza.

Ma i Contratto Sociale GnU_FolK non si fermano. Per l’Aprile del 2011 è prevista l’uscita del secondo EP, che si intitolerà “ – CsGf – Nero”, conclusione ovvia e complementare del piccolo racconto sulla storia musicale della band.

Intento generale del gruppo è costruire, attraverso canzoni nuove e vecchi brani popolari, una nuova musica popolare, che sia specchio del mondo globalizzato ed elettrico, affiancando sonorità e strumenti della tradizione internazionale alle così dette “nuove musiche popolari” quali reggae, rock, punk-rock, etc…

Interesse principale è la critica e la sperimentazione continua che spinge i vari elementi, di diverse culture musicali, a cercare qualcosa di veramente unificatore, un contratto sociale, appunto, che leghi il progetto in un’unica forma espressiva, che sia unitamente composto di lotta politica e che dia parola agli universi che non hanno capacità mediatiche per esprimersi.

Un progetto libertario ed internazionalista che non si limita ad un’ideologia, ma che si sfoga in una sorta di babilonia musicale antimperialista, legata ai valori delle resistenze.

Perchè GNU Folk? GNU è una licenza per software inventata perchè questo possa essere distribuito liberamente a chiunque lo voglia utilizzare, proprio come la vecchia musica popolare.

“Io troverò sempre dei compagni che si uniranno a me senza prestare giuramento alla mia bandiera”
Max Stirner