Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Song Itinerary Hiroshima and Nagasaki 広島市 - 長崎市

Remove all filters
Video!

Hiroshima

The comments of Björn Afzelius about his song are especially significant to me. I lived in Stockholm for a year's sabbatical, and know the huge area of Sergels Torg, a square located in the center of town. Though I was not there for the anniversary, to think of it filled with demonstrators while this beautiful and haunting song played is a powerful vision.
Two times the bird of death lifted in the night.
(Continues)
Contributed by Ceil Herman 2018/10/10 - 02:21
Video!

Agosto 1945

2017
3

Attivi dalla fine degli anni 80, i grandi VLE tornano con un nuovo album dopo anni di silenzio. Ed è come riabbracciare un vecchio amico che non ti ha mai tradito: il quartetto di Cremona propone sempre un ottimo hard rock psichedelico, ponte immaginario tra Jimi Hendrix e Dinosaur Jr, con chitarre acide e voci incazzate. Splendidi i testi: indisciplinati e ribelli. Proprio come ai vecchi tempi.
classic Rock Italia - gennaio 2018
Venti di strada, arrivano come
(Continues)
Contributed by Dq82 2017/12/31 - 17:15
Video!

La scomparsa di Majorana

2015
La scomparsa di Majorana

Su Majorana si veda anche: Majorana si imbarca sul postale.
La scomparsa di Majorana è anche un libro di Sciascia.

Quella di Ettore Majorana è una vicenda fitta di mistero. Si diceva fosse sparito in Russia. Le ultime prove dimostrerebbero che fosse in Venezuela col nome di Bini negli anni '50. Inizialmente infatuato del nazismo, in realtà negli anni è diventato simbolo di una sorta di obiezione/diserzione alla bomba nucleare.
La rossa Russia lo voleva per amico
(Continues)
Contributed by Dq82 2017/12/21 - 10:37
Video!

Canti di vita e d’amore: Sul ponte di Hiroshima

[1962]
Musica di Luigi Nono, per soprano, tenore e orchestra

Sui seguenti tre testi:
Günther Anders (1902-1992), “Sul punte di Hiroshima”, da “Essere o non essere. Diario di Hiroshima e Nagasaki” [titolo originale: “Der Mann auf der Brücke. Tagebuch aus Hiroshima und Nagasaki”, C.H. Beck, Monaco 1959], tr. it. di Renato Solmi, con una prefazione di Norberto Bobbio, Einaudi, Torino 1961;

Jesús López Pacheco, “Djamila Boupacha” [titolo originale: “Esta noche”, poesia del 1962];

Cesare Pavese, “Tu”, [titolo originale: “Passerò per Piazza di Spagna”, da “Verrà la morte e avrà i tuoi occhi”, 1950 (1951).

Testo trovato sull'Archivio Luigi Nono

La prima esecuzione di quest’opera avvenne il 22 agosto 1962 a Edimburgo. Le tre parti, dice Nono stesso, sono tre situazioni proprie del nostro tempo, diverse tra loro ma tutte riconducibili alla tematica della follia criminale e dell’oppressione... (Continues)
I - Sul Ponte di Hiroshima
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2017/9/24 - 17:03
Video!

Where Do We Go From Here?

(1996)
Album: Rising

Esiste anche una versione remixata da Tricky

Da un album ispirato ai bombardamenti di Hiroshima e Nagasaki (vedi anche Warzone), una canzone in cui Yoko Ono si chiede se l'umanità sarà mai stanca del sangue e dell'orrore.
Where do we go from here?
(Continues)
2017/5/9 - 23:22
Video!

Foreign Accents

In sintesi, per facilitare la lettura:

Mordechai Vanunu: scienziato israeliano condannato a 18 anni di carcere per tradimento dopo aver rivelato l'esistenza di testate nucleari segrete in Israele.

Mohammad Mossadegh: primo ministro iraniano deposto nel 1953 da un colpo di stato militare favorito dai servizi segreti americani e inglesi per il gravissimo crimine di avere nazionalizzato il petrolio.

Wyatt nel libretto riferendosi a Hiroshima e Nagasaki definisce "distruzione di massa" l'effetto delle bombe. All'epoca della registrazione del disco "distruzione di massa" era una espressione frequentemente utilizzata da Bush e Blair come giustificazione dell'imminente invasione dell'Iraq. La guerra scoppiò esattamente il giorno in cui terminarono le registrazioni di Cuckooland,che significa all'incirca Paese della Cuccagna, una specie di Alice nel Paese delle Meraviglie, un mondo dei sogni ma per contro la maggior parte dei brani è ispirata a fatti reali nazionali o internazionali.
Flavio Poltronieri 2017/2/15 - 15:30

Hiroshima

HIROSHIMA
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2016/5/20 - 07:47
Video!

U-235

2016
Atomic

Il loro nuovo album Atomic è nato originariamente come colonna sonora per Storyville: Atomic – Living in Dread and Promise, un documentario diretto da Mark Cousins per il settantesimo anniversario dei bombardamenti ad Hiroshima e Nagasaki. I quattro hanno poi ripreso i pezzi in mano e li hanno fatti diventare il seguito di Rave Tapes. Il primo singolo, U-235, è portato avanti da un’affascinante giro di tastiera e poche, semplici note di chitarra.

U-235 spesso indicato con il simbolo 235U, è l'isotopo dell'uranio con numero di massa pari a 235. Poiché il numero di massa è la somma del numero di protoni e del numero di neutroni nel nucleo, l'235U, avendo numero atomico 92, ha 143 neutroni.
L'235U è l'unico isotopo esistente in natura in quantità apprezzabili che possa essere sottoposto a fissione nucleare innescata da neutroni termici; nell'uranio naturale, invece, la percentuale di questo isotopo è, in peso, circa 0,72%, mentre la maggior parte del materiale è composta dall'isotopo 238U.
Ghosts in the photograph
(Continues)
Contributed by dq82 2016/1/17 - 20:13
Video!

Godzilla

[1977]
Scritta da Donald Roeser, in arte Buck Dharma (1947-), membro fondatore della band Hard rock newyorkese
Nell’album intitolato “Spectres”

“La storia dimostra ancora e ancora come la natura evidenzi la follia degli uomini...”

E nel caso del mostro Gojira - in occidente Godzilla - la follia umana è quella nucleare, che i giapponesi avevano provato sulla loro pelle solo pochi anni prima... Nel 1954, quando nelle sale uscì il “Gojira” di Ishirō Honda, rettile cretacico risvegliato dagli esperimenti atomici americani nel Pacifico, i giapponesi avevano appena cominciato ad elaborare un lutto, quello di Hiroshima e Nagasaki, che non sarà mai consolato...

Non sapevo però che Godzilla fu ispirato ai produttori del Sol Levante da un film statunitense, “The Beast from 20,000 Fathoms” (“Il risveglio del dinosauro”) del 1952, tratto da un racconto di Ray Bradbury (già, quello di “Fahrenheit... (Continues)
With a purposeful grimace and a terrible sound
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2015/12/29 - 22:04
Video!

Hiroshima & Nagasaki (Is This Mankind?)

(2014)
Music & Lyrics: Alessio Gori
Album: "Terminate and Stay Resident"

Canzone che narra, con un ipotetico punto di vista in prima persona, parte della cronistoria dello sgancio delle due bombe su Hiroshima e Nagasaki.
Watching the sky
(Continues)
Contributed by Alex 2015/8/6 - 11:52
Video!

Demain

Parole e musica di Giuseppe Mustacchi, in arte Georges Moustaki.
Trovo il brano nell’album “Méditérranéen” del 1992 ma potrebbe risalire a parecchi anni prima.
Demain nous n'aurons plus peur
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2015/6/17 - 09:12

Hiroshima (Never Again)

[1995]
Nell’album intitolato “Who Can Save The World?” di questo musicista e attivista anti-nucleare nippo-coreano.
Testo trovato su Japanese Protest Songs


Hiroshima, Hiroshima
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2015/5/25 - 14:43
Downloadable! Video!

Hiroshima

Versione catalana di Marina Rossell in Marina Rossell canta Moustaki, [2011]
Per l’olivera i el colom,
(Continues)
Contributed by dq82 2015/3/5 - 11:43

Hiroshima símbolo de paz

[1970]
Parole e musica degli argentini Don Filinto e Alfonso Casini, poco noti musicisti e compositori di tango.
Testo trovato su Todo Tango
Vuelen las campanas por la paz del mundo
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2014/12/30 - 22:09

Hiroshima

[2008]
Parole e musica di Gianni Lamagna.
Nel disco intitolato “Ninna nanna senza nome”.
Radio Tokyo informa che
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2014/6/9 - 14:51
Downloadable!

Crime Contre L'Humanité

[2007]
Paroles et musique de Benjamin Voumard
Album: Conséquences

"Cet album est le fruit de plus de 10 mois de travail en solo, de la composition des chansons au mixage, tout le travail à été fait par une seule personne, tout les instruments ont été joués par cette même personne, moi-même, Benjamin Voumard.
C'est un concept-album que j'ai fait, en précisant que c'est ma première expérience studio, un concept-album centré sur la décadence du monde actuel, de quelques un de ces problèmes les plus flagrants, avec comme point de départ de ma réflexion le problème de la bombe atomique, tout en gardant à l'esprit que ce n'est qu'une infime partie du problème qui est relevé, car le problème est plus vaste, plus profond et plus pernicieux que ce que l'on peut voir...
Le style musical s'est imposé de lui-même, influencé par quelques artistes tel que Akira Yamaoka ou Danzig par exemple.
N'hésitez pas à me contacter si vous avez des questions sur mon travail, je vous répondrai très volontiers. Bonne écoute!"
Le 6 août 1945, à Hiroshima...
(Continues)
Contributed by giorgio 2013/3/31 - 19:40
Video!

Hiroshima

[1972]
Testo e musica di Enrico Olivieri e Jimmy Spitaleri
Album «... e fu il Sesto giorno»

Non so se gli «Hibakusha», i sopravvissuti all’Olocausto atomico di Hiroshima e Nagasaki siano tanto inclini al perdono, nemmeno oggi dopo tanti anni... Comunque questo è ciò che pensavano i Metamorfosi - formazione nata a Roma nel 1969 intorno alla voce del siciliano Jimmy Spitaleri e gruppo seminale per il rock progressive italiano - nei primi anni 70.

I versi «Un mostro ti spinse a cercare la morte che ora tortura il tuo cuore» non sono però completamente fuori luogo: alla vigilia del bombardamento, un sondaggio condotto tra la popolazione americana rivelò che, per quanto i giapponesi fossero comunemente percepiti come «un’informe massa di vermi», solo il 13% degli intervistati sarebbe stato favorevole allo sterminio indiscriminato di uomini, donne e bambini (anche si di fatto il governo statunitense... (Continues)
Una luce si spegne la sera
(Continues)
Contributed by Dead End 2013/2/22 - 12:43
Downloadable! Video!

En Solo Unos Minutos...

No Hay Futuro (2008)
Primero fue Hiroshima, después fue Nagasaki
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2013/2/21 - 16:03
Downloadable! Video!

Hiroshima

[2010]
Written and performed by Zac Shaw and Paul Heath
Album: Global Thermonuclear War

Oppenheimer's lament, from the perspective of a Hiroshima survivor after the Enola Gay drops Little Boy..
"We knew the world would not be the same.. A few people laughed.. A few people cried. Most were silent… I remembered a line from the Hindu scripture, the Bhagavad Gita..
(Continues)
Contributed by giorgio 2013/1/18 - 08:30
Video!

Nagasaki Flame

Mi piacerebbe sentirla cantare da una donna di colore. Hah vorrei la pelle nera!
Caterina Pirrone 2013/1/17 - 22:50




hosted by inventati.org