Lingua   

Yellow Ledbetter

Pearl Jam


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

No More
(Eddie Vedder)
Help Help
(Pearl Jam)
Marker in the Sand
(Pearl Jam)


(1991)
Lyrics (and improvisation) by Eddie Vedder
Music by Mike McReady and Jeff Ament (with a little help by Jimi Hendrix...)


Mormorii antipatriottici

Da grande appassionato dei Pearl Jam avrò ascoltato Yellow Ledbetter migliaia di volte, tutte le volte senza avere la minima idea di cosa dicessero le parole. Ma per una volta non sono il solo: il testo di questa canzone è un autentico mistero, che da anni i fan del gruppo stanno cercando di risolvere.

eddie vedderMa andiamo per ordine. La canzone rimane inspiegabilmente fuori dall'album d'esordio della band di Seattle, Ten, e viene pubblicata per la prima volta come lato B del singolo Jeremy. Per essere un lato B, riscuote un incredibile successo, viene trasmessa a ripetizione dalle radio, dal vivo viene riservata spesso per la chiusura. Ma nessuno, neanche chi mastica il dialetto di Seattle, riesce a capire esattamente cosa diavolo stia dicendo Eddie in questo pezzo. Tanto più che lui oltre a mangiarsi le parole, continua, nelle versioni dal vivo, a improvvisare testi sempre diversi.

Musicalmente la canzone è un chiaro tributo a Jimi Hendrix e in particolare a Little Wing, esplicitamente citata nell'intro.

Già il titolo è un enigma: cos'è una yellow ledbetter? Certo, potrebbe essere una storpiatura di "yellow letter", la lettera gialla, ossia il telegramma che - senza neanche bisogno di essere aperto - annunciava alla famiglia la morte di un soldato (non so se questo sistema sia ancora utilizzato, o se al giorno d'oggi il governo statunitense preferisce mandare un email, o un SMS).
Ci sono due possibili spiegazioni sul significato del titolo:

1) Deriva da un vecchio scioglilingua inglese in cui si deve cercare di dire, il più veloce possibile, "yellow better, red better": dopo un po' inevitabilmente le parole si incrociano e si dice "yellow ledbetter". La canzone si intitolerebbe così perché le parole sono indistinguibili, proprio come nello scioglilingua.

2) È un tributo a Huddie Ledbetter, detto Lead Belly, famoso bluesman di inizio '900, un idolo per McReady ma anche per Hendrix e per Kurt Cobain (chi non ricorda la cover di "Where Did You Sleep Last Night" interpretata dai Nirvana all'MTV Unplugged?). Oppure potrebbe riferirsi ad un amico di Eddie Vedder, Tim Ledbetter (ma mi pare un po' strano).

L'interpretazione più comune del testo è appunto di una lettera che annuncia a qualcuno che suo fratello è morto in una guerra oltreoceano. In una chat con i componenti del gruppo, qualcuno ha pensato bene di fare una domanda su Yellow Ledbetter ricevendo una risposta stringata ma inequivocabile:

steviewonder99-guest says: What was your inspiration, if you are willing to discuss, for "Yellow Ledbetter." I've heard many interpretations by other 'Pearl Jam experts,' but I wanted to hear it from the source.
Eddie: It's too long of an answer for this chat. I'm sorry. It was written right around the time of the Gulf War. That's about as far as I can get into it. It's an anti-patriotic song, actually.

e cioè
steviewonder99-guest dice: Qual è stata l'ispirazione, se ne volete parlare, per "Yellow Ledbetter."? Ho sentito molte interpretazioni da altri "esperti dei Pearl Jam", ma volevo sentirla dalla fonte.
Eddie: È una risposta troppo lunga per questa chat. Mi dispiace. È stata scritta proprio al tempo della guerra del golfo. È più o meno tutto quello che posso dire. È una canzone antipatriottica, in realtà.


E proprio pochi giorni fa, Vedder ha risposto alla stessa domanda durante un concerto:

"What are the lyrics to 'Yellow Ledbetter'?". The crowd roars in approval and Ed says "Wait ... you mean there's lyrics?" He then proceeds to tell the story surrounding the lyrics, saying it was written around the time of the Gulf War when "Papa Bush" was President. He knew an "alternative-looking" friend from Seattle who received a "yellow letter" when his brother died in the war. Ed was walking with this friend and there was a flag hanging from a porch on a house along the road. When the friend acknowledged the flag patriotically, the people seemed to not reciprocate his homage ("but they don't wave") because of his appearance.


Lorenzo Masetti


Per la natura della canzone, il testo che segue è un suggerimento (proviene da SongMeanings)... Le varianti indicate in grassetto sono riportate su wikipedia, altre verranno via via inserite come versioni autonome
Unsealed
On a porch a letter sat
Then you said ’i wanna leave it again’
Once I saw her on a beach of weathered sand
And on the sand I wanna leave it again... yeah
On a weekend I wanna wish it all away yeah...
And they called and I said that I want what I said
And then I call out again
And the reason oughta leave her calm I know
I said ’i don’t know whether
I’m the boxer or the bag’
[I don't know whether my brother will be coming home in a box or a bag] (Live at the Garden)
[And my brother...they sent him off to fight for the flag, I just, I don't hope he comes home in a box or a bag"] 7/11/03 - Mansfield, Massachusetts

Ah yeah ehh....
Can you see them
Out on the porch
But they don’t wave
I see them round the front way yeah
And I know I don’t want to stay...

Make me cry...

Ooooh I see
I don’t know there’s something else
I wanna drum it all away
Oh I said I don’t, I don’t know whether I’m a boxer or the bag
Ah yeah ehh....
Can you see them
Out on the porch
But they don’t wave
I see them round the front way yeah
And I know I don’t want to stay
I don’t wanna stay
Don’t
Don’t wanna
Oh... yeah... oooh...

12/8/2008 - 22:25




Lingua: Inglese

Versione cantata a Camden, NJ nel 2003
da Two Feet Thick
...on the front side, letter said
Something that I don't wanna think of in my head...
And I try not to dream of him every night, but I still hear him
And that's all that I can think of.
The letter that was in my hand that said my brother's coming home in a box or a bag.

Yeah, when I see them I'd like to wish it all away yeah
And I tried and a phoned and I coulda left a message
Can't get through to Afghanistan
Want to see him
I knew him like a friend
My brother's coming home in a box or a bag

12/8/2008 - 22:31




Lingua: Inglese

Per puro divertimento, ecco il testo, completamente sbagliato, apparso nell'edizione giapponese del singolo "Daughter".

For your enjoyment, please see the extremely erroneous lyrics for "Yellow Ledbetter" below as printed in the Japanese "Daughter" 3" CD Single
(from Two Feet Thick)
YELLOW LEDBETTER

I want to see them on the porch of Ledbetter
I said I want to say I want to leave her again
On the frontside, on the porch of Ledbetter
I said, I dont,
I don't want to say it and it come out again
On the far side, I'm wishing on a well
I only fall when I say it and I go and I say it
I'm going to leave her again
On the frontside, on the porch of Ledbetter
I said, I dont
I don't know whether it was a box or a bag

Can you see them out on the porch
But they don't wave
I see them on the front way
And I know and I know I don't want to stay

I want to see them on the porch of Ledbetter
And I said, I want a brother
I want to write you again
On the yellow, on the porch of Ledbetter
I said, I don't
I don't know whether it was a box or a bag

Can you see them out on the porch
But they don't wave
I see them on the front way
And I know and I know I don't want to stay

13/8/2008 - 11:49




Lingua: Italiano

Un tentativo di traduzione italiana eseguito da Riccardo Venturi a Piacenza il 27 agosto 2008:
Ancora imbustata
stava una lettera nel portico
e allora hai detto: « la voglio lasciar lì ancora »
Una volta l'ho vista su un lido di sabbia consunta dalle intemperie
e sulla sabbia ce la voglio lasciare ancora, sì,
mi voglio augurare che tutto se ne vada via, sì...
E loro chiamavano, e io dicevo di volere quel che dicevo
e poi urlo ancora per avere aiuto
e il motivo la dovrebbe calmare, lo so
dicevo « non so se
sono l'insaccatore o il sacco »
[Non so se mio fratello tornerà a casa in una bara o in un sacco] (Live al Garden)
[E mio fratello...lo hanno mandato a combattere per la bandiera, ma io spero che non torni a casa in una bara o in un sacco] 7/11/03 - Mansfield, Massachusetts

Eh sì, eeehh...
Non li vedete
là fuori, sul portico
ma stanno fermi
li vedo lì di fronte, per strada, sì,
e so che non voglio restare...

Mi fanno piangere...

Ooooh, vedo,
non so se c'è qualcos'altro
voglio mandar via tutto a rulli di tamburo
oh, ho detto di no, non so se sono l'insaccatore o il sacco
ah, sì, eeehh...
Li vedete
là fuori, sul portico
ma stanno fermi
li vedo lì di fronte, per strada, sì
e so che non voglio restare...
non voglio restare
no
non voglio
oh...sì...oooh...

27/8/2008 - 10:25




Lingua: Italiano

...e la traduzione italiana della versione cantata a Camden, NJ, nel 2003 (sempre di Riccardo Venturi, Piacenza, 27 agosto 2008)
...sul recto la lettera diceva
qualcosa che non voglio neanche figurarmi in testa...
E provo a non sognarlo ogni notte, ma lo sento ancora
e questo è tutto quel che so pensare.
La lettera nelle mie mani che diceva che mio fratello stava tornando a casa in una bara o in un sacco.

Sì, quando li vedo mi piacerebbe che si togliessero tutti di mezzo, sì
e ho provato, ho telefonato e ho lasciato un messaggio
non può riuscire a farcela in Afghanistan
lo voglio vedere
lo conoscevo come un amico
mio fratello sta tornando a casa in una bara o in un sacco

27/8/2008 - 10:35


Stante la risposta dello stesso Eddie Vedder durante il concerto, mi sembra proprio che -titolo a parte- il significato di questa canzone sia del tutto chiaro (specialmente la versione di Camden del 2003 mi sembra inequivocabile). Quanto al titolo, "voto" ovviamente per la prima ipotesi, quella dello scioglilingua su "yellow letter". Non vedo proprio cosa potrebbe entrarci Leadbelly, a parte il fatto che suonò assieme a Pete Seeger...(ma chissà!) Ad ogni modo spero che le traduzioni portino ulteriore chiarezza; di quella "giapponese" sbagliata non mi sono occupato, ma per gli standard giapponesi di conoscenza dell'inglese è già notevole :-)

Riccardo Venturi - 27/8/2008 - 10:43


Eddie Vedder is one of rock ‘n’ roll’s most insightful and poetic vocalist, but his lyrics aren’t always direct. Pearl Jam’s “Yellow Ledbetter” is not just one of his most cryptic songs, but one of the most ambiguous songs in rock.

Famous for its mostly indecipherable lyrics, “Ledbetter” reveals its meaning mostly in the refrain commonly perceived as “I don’t know whether I was the boxer or the bag.” This line simply suggests a conflicted man, but it was at a 2003 concert at the Xfinity Center in Mansfield (then known as the Tweeter Center) on July 11, 2003 that Vedder sang the lyric as “I think of him when I go to bed, and he’s coming home in a box or a bag.”

This strongly implies that the song was about a man receiving a letter about his brother dying in a war. It was just three days earlier at Madison Square Garden that Vedder sang “I don’t know whether my brother will be coming home in a box or a bag.”

It’s widely known that Vedder modified the lyrics for live versions of the song, so it’s unclear whether this was the meaning all along or if it changed over time. But it’s now commonly accepted that “Ledbetter” is a strong anti-war song about the pain of losing a loved one in a war, with their soul reduced to a letter and a coffin. or a body bag.

Matt Doloff

5/4/2015 - 21:56


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org