Lingua   

A banda

Chico Buarque de Hollanda


Lingua: Portoghese


Ti può interessare anche...

Vai passar
(Chico Buarque de Hollanda)
Disparada
(Geraldo Vandré)
Tocaia
(Sérgio Ricardo)


‎[1966]‎
La famosissima canzone che apre l’album “Chico Buarque de Hollanda”.‎

chico buarque

‎“A banda” raccontava della disperazione che era presente nella società brasiliana sotto la dittatura e ‎parlava della tristezza, della paura e della solitudine della gente. Ma bastava il passaggio di una ‎banda di paese “cantando coisas de amor” perché la speranza si facesse nuovamente largo nella ‎disperazione…‎
La canzone vinse il Festival de Música Popular Brasileira del 1966 a pari merito con Disparada di ‎Geraldo Vandré.‎

Mina La Banda

In Italia fu portata al successo l’anno seguente da Mina nella cover dallo stesso titolo firmata da ‎Antonio Amurri, poi inclusa nell’album “Sabato sera - Studio Uno '67”.‎
Estava à toa na vida
O meu amor me chamou
Pra ver a banda passar
Cantando coisas de amor

A minha gente sofrida
Despediu-se da dor
Pra ver a banda passar
Cantando coisas de amor

O homem sério que contava dinheiro parou
O faroleiro que contava vantagem parou
A namorada que contava as estrelas parou
Para ver, ouvir e dar passagem
A moça triste que vivia calada sorriu
A rosa triste que vivia fechada se abriu
E a meninada toda se assanhou
Pra ver a banda passar
Cantando coisas de amor

O velho fraco se esqueceu do cansaço e pensou
Que ainda era moço pra sair no terraço e dançou
A moça feia debruçou na janela
Pensando que a banda tocava pra ela
A marcha alegre se espalhou na avenida e insistiu
A lua cheia que vivia escondida surgiu
Minha cidade toda se enfeitou
Pra ver a banda passar cantando coisas de amor
Mas para meu desencanto
O que era doce acabou
Tudo tomou seu lugar
Depois que a banda passou

E cada qual no seu canto
Em cada canto uma dor
Depois da banda passar
Cantando coisas de amor

inviata da Bartleby - 14/2/2012 - 09:31



Lingua: Italiano

La versione italiana interpretata da Mina nel 1967, testo di Antonio Amurri.‎
LA BANDA

Una tristezza così
non la sentivo da mai
ma poi la banda arrivò
e allora tutto passò
volevo dire di no
quando la banda passò
ma il mio ragazzo era lì
e allora dissi di si
e una ragazza che era triste
sorrise all'amor
ed una rosa che era chiusa
di colpo sbocciò
ed una flotta di bambini festosi
si mise a suonare come fa la banda
e un uomo serio il suo cappello
per aria lanciò
fermò una donna che passava
e poi la baciò
dalle finestre quanta gente spuntò
quando la banda passò
cantando pace ed amor
Quando la banda passò
nel cielo il sole spuntò
e il mio ragazzo era lì
e io gli dissi di si
La banda suona per noi
La banda suona per voi
la..la..la..la..la..la..la
la..la..la..la..la..la..la
E tanta gente dai portoni
cantando sbucò
e tanta gente in ogni vicolo
si riversò
e per la strada
quella povera gente marcia felice
dietro la sua banda
Se c'era uomo che piangeva
sorrise perché
sembrava proprio che la banda
suonasse per lui
in ogni cuore la speranza spuntò
quando la banda passò
cantando cose d'amor
La banda suona per noi
La banda suona per voi
la..la..la..la..la..la..la
la..la..la..la..la..la..la
La banda suona per noi
La banda suona per voi
la..la..la..la..la..la..la
la..la..la..la..la..la..la
la..la..la..la..la..la..la
la..la..la..la..la..la..la

inviata da Bartleby - 14/2/2012 - 09:32


Ieri ho scritto un breve post su questo brano, e sul video, secondo me bellissimo, che testimonia della sua esecuzione nel 1966. Chi fosse interessato:

https://tuttequestecose.wordpress.com/2016/04/03/a-banda/

Gabriele - 4/4/2016 - 19:33



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org