Lingua   

Luna

Enrico Capuano
Lingua: Italiano

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Tammurriata (rock)
(Enrico Capuano)
Il canto del coprifuoco
(Quelli di Anarres)
Tarantella dei baraccati
(Canzoniere del Lazio)


2005
da "Lascia che sia"
lascia che sia

"Luna" è una canzone che mostra appieno il carattere folk-rock di Enrico Capuano; dall'inconfondibile ritmo di tammurriata si passa poi al trascinante ritornello rockeggiante
il testo è uno sguardo sulla situazione dell'immediato dopoguerra italiano - con i soldati U.S.A. ancora sul territorio - attraverso le vicende di questa ragazzina di 16 anni, una condizione paragonabile alle vite di altre ragazzine nei luoghi di oggi infestate dalla guerra, dal Medio Oriente alla dimenticata Africa...
dal ritmo travolgente e dall'invito a danzare per continuare ad andare avanti e cambiare
credetemi, dal vivo trasmette una magnifica carica!
"muoviti muoviti e datti da fare" dice Capuano in un'altra canzone
"Luna" (scritta da Capuano con Fabiano Lelli e Claudio Clementi) è un invito a sperare, specie per le giovani generazioni, nonostante i bombardamenti militari e mediatici

hasta nonviolencia siempre!
Luna è già sveglia tra un pò il sole sorgerà
Luna a sedici anni tre fratelli ed il papà
partito per la guerra e non tornato ancora
Luna quanti affanni in questa vita e troppo sola
e stende al filo i panni il vento poi asciugherà

Luna giù in paese quanta gente è andata via
tra bombardamenti borsa nera e carestia
ancora altri soldati quanti ne hai visti passare
vengono dal mare nessuno li potrà fermare
con la gomma americana cioccolata e love you
belli quei seni acerbi da mostrare
muovi il tuo corpo hai qualcosa da mangiare

allora danzando Luna lo sai cambierà
intorno al fuoco si girerà
suona tammorra per la libertà

Luna quante volte hai immaginato il mare
curva lungo il fiume secchi d’ acqua da portare
riposa e poi ricorda sempre i giorni della scuola
e quel ragazzo che le fece andare il cuore in gola
una promessa fatta che non arriverà
belli quei seni acerbi da mostrare
muovi il tuo corpo hai qualcosa da mangiare

allora danzando Luna lo sai cambierà
intorno al fuoco si girerà
suona tammorra per la libertà

Suona tammorra per la libertà
Suona vaiola e nun ta fermà
Contro la guerra e la carestia
Suona tammorra che ca adà cagnà

allora danzando Luna lo sai cambierà
intorno al fuoco si girerà
suona tammorra per la libertà

danzando Luna lo sai cambierà
e questa guerra tra un po’ finirà
suona tammorra per la libertà

allora danzando Luna lo sai cambierà
allora danzando Luna lo sai cambierà
intorno al fuoco si girerà… si girerà..

inviata da Enrico Maria Simoniello - 7/5/2005 - 15:23


veramente un bel testo. sempre contro l'imperialismo e la guerra

sandro renaldi - 3/6/2005 - 14:16



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org