Langue   

Son la mondina, son la sfruttata

Pietro Besate


Langue: italien


Peut vous intéresser aussi...

Son Valsusina
(Maria Rollero)
Strade d’appennino
(Fiamma Fumana)


Testo scritto da Pietro Besate, funzionario del PCI, in occasione di un congresso intorno al 1950. La musica è presa da una canzone popolare di risaia dal titolo "La rondinella". Raccolta piu volte, da diversi informatori, si presenta qui la versione registrata da Cesare Bermani a Milano nel 1964, dalla famiglia Caprara.
L'ultima strofa, il cui pacifismo un po' generico si collega con le campagne politiche del PCI per la pace negli anni cinquanta, è eseguita talvolta con questa variante: "Ed ai padroni farem la guerra, / tutti uniti insieme noi li vincerem. / Non piu sfruttati sulla terra / e piu forti dei cannoni noi sarem".
Son la mondina, son la sfruttata,
son la proletaria che giammai tremò:
mi hanno uccisa, incatenata,
carcere e violenza, nulla mi fermò,

Coi nostri corpi sulle rotaie,
noi abbiam fermato i nostri sfruttator;
c'è molto fango sulle risaie,
ma non porta macchia il simbol del lavor,

E lotteremo per il lavoro,
per la pace, il pane e per la libertà,
e creeremo un mondo nuovo
di giustizia e di nuova civiltà.

Questa bandiera gloriosa e bella
noi l'abbiam raccolta e la portiam più in su
dal Vercellese a Molinella,
alla testa della nostra gioventù.

E se qualcuno vuol far la guerra,
tutti uniti insieme noi lo fermerem:
vogliam la pace sulla terra
e più forti dei cannoni noi sarem.

envoyé par Riccardo Venturi


Per è quasi una guida spirituale. È la canzone che ho insegnato ai miei figli per non dimenticare la durezza del lavoro. Conservo sempre un quadro delle mondine.

pietro soracr - 22/12/2014 - 21:41


Versione dei Fiamma Fumana

31/3/2016 - 23:22



Page principale CCG

indiquer les éventuelles erreurs dans les textes ou dans les commentaires antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org