Lingua   

Les Tziganes

Léo Ferré


Lingua: Francese


Ti può interessare anche...

Zingara 2008
(Riccardo Scocciante)
Pauvre Rutebeuf, ou Complainte de l'amitié
(Léo Ferré)
Un Sócrates gitano
(Olga Manzano y Manuel Picón)


ferrel

Album: "T'es Rock, Coco"
Testo e musica di Léo Ferré
Paroles et musique de Léo Ferré

tziganes


"Il fenomeno di rapimenti di bimbi italiani da parte di nomadi o organizzazioni criminali non compare nei dati raccolti dalla polizia di Stato sui minori scomparsi. È invece una costante registrata dagli studiosi di leggende metropolitane."
(da Peacelink)
Ils viennent du fond des temps
Allant et puis revenant
Les tzi les tzi les tziganes
Ce sont nos parents anciens
Les Indo-Européens
Les tzi les tzi les tziganes
Cheval maigre et chien perdu
Dans la nuit bleue
Quand je passe je n´ai pas peur d´eux

Tu es noir comme l´été
Quand le soleil m´a brûlé
O tzi o tzi o tzigane
Tu fais des paniers d´osier
Pour avoir un peu d´osier
O tzi o tzi o tzigane
Le temps t´a halé le teint
De cuivre et d´or
Le soleil est jaloux quand tu dors

Ils ont des châteaux roulants
Quatre roues meublées de vent
Les tzi les tzi les tziganes
Ils vont traînant mon destin
Dans les lignes de ma main
Les tzi les tzi les tziganes
Le bonheur c´est un chagrin
Qu´on a manqué
Aussi je cours pour le rattraper

Tu marches depuis des temps
La route roulant devant
O tzi o tzi o tzigane
Quel péché as-tu commis
Pour devoir bouger ainsi
O tzi o tzi o tzigane
Je ferais n´importe quoi pour m´en aller
O tzigane prête-moi tes péchés

inviata da CCG/AWS Staff - 24/5/2008 - 21:47



Lingua: Italiano

Versione italiana di Lorenzo Masetti: una versione di eccezione dal nostro webmaster.
GLI ZIGANI

Vengono dal fondo del tempo
andando e poi tornando
gli zigani
Sono i nostri padri remoti
gli indo-europei
gli zigani
Cavallo magro e cane perduto
nella notte blu
quando passo non ho paura di loro

Sei nero come l'estate
quando il sole mi ha bruciato
O zigano,
Fai dei panieri di vimini
per avere un po' di quattrini
O zigano
il tempo t'ha abbronzato la pelle
d'oro e di rame
Il sole è geloso quando dormi

Hanno dei castelli viaggianti
Quattro ruote arredate di vento
gli zigani
Vanno trascinando il mio destino
Tra le linee della mano
Gli zigani
La felicità è un dolore
che abbiamo mancato
Corro anch'io per recuperarla

Cammini dai tempi dei tempi
la strada che scorre davanti
O zigano
che peccato hai commesso
per dover vagare così?
O zigano
Farei di tutto per andarmene
O zigano, prestami i tuoi peccati!

inviata da CCG/AWS Staff - 24/5/2008 - 21:51



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org