Lingua   

Mi ricordo una città

Redshadow
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

La collina
(Lucci Brokenspeakers)
WTO
(Punkreas)
Piastrelle
(Redshadow)

genova pestaggi
Genova - G8

Dall'ex blog "Minimi termini" (ora chiuso) di Redshadow
19 luglio 2007

Carlo Giuliani


(20-07-2001 / 20-07-2007)

Non ci ricordiamo del caldo tropicale
Del costo della birra, delle foto sul giornale

Non ci ricordiamo Carlo Marx con la bandiera
Né quella con la falce, né quella tutta nera

Non ci ricordiamo l’odore nella gola
Dei gas sparati a vista, di un colpo di pistola

Non ci ricordiamo dei discorsi in circostanza
Della gente comune e della politicanza

Ricordo solo odio, ricordo solo morte
Gli sguardi delle bestie accomunate dalla sorte
Un foglio accartocciato reclamante libertà
A Luglio, sotto il sole, mi ricordo una città

Non ci ricordiamo del treno alla stazione
Assedio poliziesco da grande inquisizione

Non ci ricordiamo fra l’incudine e il martello
Se quelli sull’asfalto erano pezzi di cervello

Non ci ricordiamo l’inneggiare a Mussolini
Da chi, contratto docet, protegge i cittadini

Non ci ricordiamo se il dubbio era passato
O fosse già lampante sapere chi era Stato

Fatalità o assassinio, il passo è sempre breve
Fra un estintore e il cielo c’è una canzone lieve
Cantata a voce rotta e senza avere fretta
Per quel passamontagna che ancor grida vendetta

E a chi rimpiange l’ordine e le Fosse Ardeatine
Berciando di auto in fiamme, di pietre e di vetrine
Diciam di non illudersi, vendetta ci sarà
A Luglio, sotto il sole, mi ricordo una città.

A Luglio, sotto il sole, mi ricordo una città.

inviata da daniela -k.d.- - 24/7/2007 - 13:51

Aggiungi...

 Nuova versione o traduzione   Commento   Segnala indirizzo per scaricare la canzone 

Pagina principale CCG
L'archivio Chi siamo Novità Guestbook Links

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org