Language   

Friðarsangur

Frændur


Language: Faroese


Related Songs

Hiroshima and Nagasaki
(Carol Ichinose)
Frændur: Hvítar flykrur
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)
Sangurin til frælsi (El día feliz que está llegando)
(Frændur)


[1986]
Orð: Steintór Rasmussen - Rani Nolsøe
Lag: Rani Nolsøe
Lyrics / Testo: Steintór Rasmussen - Rani Nolsøe
Music / Musica: Rani Nolsøe

From the album Frændur II
Dall'album Frændur II

Frændur
Frændur


Diamo il benvenuto tra le CCG/AWS alla lingua faroese con questa "Canzone di pace" (Friðar-sangur) facente parte dello storico album dei Frændur, "Frændur II", del 1986; album del quale, per vicissitudini che non sto a spiegare, possiedo una copia (piratata su cassetta oramai tanto tempo fa). Segue una traduzione italiana. [RV]
Í eldinum runnu túsund tár
tá Hiroshima græt
í gravunum reika spurningar
sum ikki fingu svar
- men úr øskuni hoyrdust veingjasløg
í vindunum vunnu flog
sum varandi minni sveima tey
yvir okkara møddu jørð

Og framvegis fella bumburnar
og framvegis herja kríggj
um vígvallir smella kúlurnar
um landamørk hoyrast skríggj
- men um okkara sterka fríðarboð
hevur okkum at liva í
vilja frískir vindar finna lond
har lív og gróður er

Úr tykkara tárum grógva blómur
út um villan vøll
um menniskju heinta fræini
so blómar jørðin øll

Úr rúkandi toftum veingjasløg
bresta sannleikar í mítt sinn
úr fjarskotnum londum ein bróðurhond
vil finna lógva mín
eg veit at sólin eisini sær
har meiningsloysi er størst
eg veit at í morgin eisini er
ein dagur fyri øll

Úr fjarskotnum landi ein bróðurhond
vil finna lógva tín
so leingi friður á okkara jørð
ein møguleiki er.

Contributed by Riccardo Venturi - 2006/12/12 - 15:50



Language: Italian

Versione italiana di Riccardo Venturi
12 dicembre 2006

È, credo, la prima volta in vita mia che mi azzardo a fare una traduzione dalla lingua faroese, mettendo in azione il « Føroysk-donsk orðabók » (dizionario faroese-danese, opera di M.A. Jacobsen e di uno dei maggiori poeti delle Fær Øer, Christian Matras) fattomi acquistare anni fa ad un prezzo esorbitante. È una traduzione italiana, quindi, che passa prima per il danese. Il faroese, fortunatamente, assomiglia decisamente molto all’islandese, lingua con la quale sono più a mio agio ; vediamo cosa ne verrà fuori.

Un ultimo appunto personale : l’autore della prima grammatica della lingua faroese che sono riuscito a trovare (« A Grammar of Modern Faroese »), l’inglese John B. Lockwood, dedica l’opera a suo fratello, che era scomparso in guerra nelle acque dell’Atlantico Settentrionale, proprio presso le Fær Øer. Era stato per cercarne notizie che l’autore si era recato in quelle sperdute isole, e ne aveva appreso la lingua. Idealmente, vorrei anch’io dedicare a quel ragazzo la mia traduzione. [RV]
CANZONE DI PACE

Nel fuoco scorrevano mille lacrime
quando Hiroshima piangeva
nelle tombe vagano domande
che non hanno avuto una risposta
- ma dalle ceneri si sentivano battiti di ali,
che volavano nei venti
e che, aspettando un ricordo, sciàmano
sulla nostra terra stanca

E ancora cadono le bombe
e ancora gli eserciti muovono guerre
sui campi di battaglia piovono i proiettili
per le contrade del mondo si sentono urla
- ma sulla nostra forte richiesta di pace
noi dobbiamo vivere
i venti freschi vogliono trovare terre
dove ci siano vita e piante

Dalle vostre lacrime crescono fiori
dalla follia crescono giardini
spuntano semi attorno all’umanità,
e tutta la terra fiorisce

Dalle macerie fumanti, battiti d’ali
fanno scoppiare verità nella mia mente
da terre lontanissime una mano fraterna
vuole trovare il palmo della mia mano
io so che anche il sole vede
dove l’insensatezza è più grande
io so che anche domani
ci sarà un giorno per tutti

Da una terra lontanissima una mano fraterna
vuole trovare il palmo della tua mano
finché ci sarà pace sulla nostra Terra
ci sarà una possibilità.

2006/12/12 - 17:06



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org