Language   

Siamo di guardia sul Montoso

Anonymous
Language: Italian


Related Songs

Gordon, Glauco
(Modena City Ramblers)
È l'alba cupa del dieci aprile
(Anonymous)
Preghiera del Marine
(Michele Luciano Straniero)


In “Canti della Resistenza italiana”, a cura di Anton Virgilio Savona e Michele Luciano Straniero, Biblioteca Universale Rizzoli, 1985.
Canto diffuso tra le Brigate Garibaldi, in particolare la 4ª “Cuneo”, operante dalla Valle Po fino alle Langhe, nel cuneese, e la 105ª “Carlo Pisacane” attiva in Val Luserna (Pellice), nel torinese. Non per niente la segnalazione di questo canto mi arriva dall’amico Pino Costa di Luserna San Giovanni, maestro forgiatore e costruttore di beidane valdesi che abbiamo già incontrato su queste pagine.



Montoso, nel Comune di Bagnolo Piemonte, a 1.250 metri sullo spartiacque tra le valli Po e Pellice, è oggi un esempio di speculazione edilizia dissennata e criminale dovuta alla vicinanza con gli impianti sciistici del Rucas (che credevo abbandonati da tempo e che invece pare che in parte vivacchino ancora, neve permettendo, non si sa come…).



“Ma dopo l’8 settembre 1943 Montoso divenne uno dei principali punti di destinazione di rac¬cordo e di riferimento per i militari e civili che decidevano di prendere le armi contro le bande nazifasciste e che si muovevano nella zona del Pinerolese. […] Ogni anno, alla seconda domenica di luglio, [a Montoso] si ricordano quei giorni dolorosi e si celebra la Resistenza, con una manife¬stazione civile ed un’altra che ac¬comuna tre fedi: quella cattolica, quella valdese e quella ebraica. Si ricordano i giorni gloriosi e tremendi della Resistenza, delle offensive nazifasciste; in parti¬colare quella del settembre del 1944, la famigerata ‘Operazione Nachtigall’, giornate tremende che riuscirono solo a ritardare di qualche mese la Liberazione. Nel frattempo, però, ci furono gli attacchi, i rastrellamenti da parte delle bande nazifasciste, con i paesi messi a ferro e fuoco, con le stragi, come quella com¬piuta a Bagnolo, tredici perso¬ne trucidate per terrorizzare gli abitanti della zona e impedire si arrischiassero ad aiutare i parti¬giani. E come tutti i posti che sono in qualche modo entrati nella leggenda, anche il Montoso è raccontato in un canto, intitolato ‘Siamo di guardia sul Mon¬toso’ che recita, fra l’altro: «Se il nemico viene su canteranno le mitraglie e nessuno passerà». […]” (da “Lassù sul Montoso dov’è passata la storia”, articolo di Giovanni Ruotolo pubblicato sul numero di luglio 2012 di “Patria Indipendente”, rivista dell’ANPI)
Siamo di guardia sul Montoso
siamo dei vecchi partigiani
abbiam piantato una bandiera
quella di vincere o morir!

Se il nemico viene su
canteranno le mitraglie
e nessuno passerà!

Partigiano, partigiano
cosa importa se si muore
nostro grido ed il valore
il fascismo sparirà!
Sparirà!

Contributed by Bernart Bartleby - 2014/12/29 - 10:57



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org