Language   

Maledet Napoleon

La Sedon Salvadie


Language: Friulian


Related Songs

La prejere di un disperât
(Arturo Zardini)
Adieu, belle Louison
(Anonymous)
The Battle Of Waterloo
(Anonymous)


[1796-97?]
Testo di un’antica villotta (forma polifonica a tre o quattro voci di origine friulana) di fine 700.
Musica di Lino Straulino (1961), musicista di lingua friulana originario della Carnia, cantautore, compositore, chitarrista e polistrumentista.
Nell’album intitolato “Faliscjes” del 1993.
Bellissima anche nell’arrangiamento dei Bràul di Pordenone, nel loro disco del 1997 intitolato “La Corte di Lunas”.
Testo trascritto da Ninjiagirl su YouTube

Faliscjes
La Corte di Lunas

Siamo all’epoca della prima campagna d’Italia, combattuta dalla Grande Armée contro le potenze dell’Ancien Régime e conclusasi con la vittoria della Francia rivoluzionaria e la firma a Passariano di Codroipo (Udine) del cosiddetto Trattato di Campoformio da parte di Napoleone e del conte Johann Ludwig Josef von Cobenzl, in rappresentanza dell'Austria...

Una giovane donna friulana si dispera e piange e grida tutto il suo dolore e urla tutta la sua rabbia e arriva a maledire il condottiero francese che gli ha strappato il giovane amato, costretto suo malgrado ad arruolarsi coi francesi, per mandarlo a morire contro gli austriaci: maledetta sia la guerra e maledetto Napoleone!
La coscrizione obbligatoria, che Napoleone introdusse in tutti i paesi occupati, produsse ovunque forti resistenze, che si tradussero in un grande tasso di diserzione e di emigrazione.
No volès ca mi disperi
jo co mueri di pasìon
a vedelu gno cjar giovin
là a servì Napoleòn.

E vò lune e vò stelis
no stè pui a fà splendor
il gno puem la di là vie
a servì Napoleon.

No volès ca mi disperi
jo co mueri di dolor
a vedelu gno cjar giovin
là a servì l'Imperadòr

Napoleon l'è lât in France
e ancje mò no l'è vignùt
joi ce dùl viodi fà guere
la pui biele gioventù.

Cul sovran soi velegnade
parcè cal fas masà i soldas
e cumò ca l'è el gno giovin
jo no torni a fà la paz.

E ce gnot improvisade
e ce scùr ca l'è vignùt
il Sovran al mene vie
la pui biele gioventù.

No mi lùz nancje el soreli
come chel da l'an pasat
l'an pasat jo avevi un giovin
il Sovran ma l'à robàt.

Jesùs jo soi disperade
ca l'è muart il gno pûr omp
Maledete sè la guere!
Maledet Napoleon!

Contributed by Bernart Bartleby - 2014/4/1 - 21:55



Language: Italian

Traduzione italiana di “Alberica de Torre” da questo forum
MALEDETTO NAPOLEONE

Non vogliate che mi disperi
io che muoio di passione
a vedere il mio caro giovane
andato a servire Napoleone.

E voi, luna, e voi stelle
cessate di splendere
il mio ragazzo se n'è andato
a servire Napoleone.

Non vogliate che mi disperi
io che muoio di dolore
a vedere il mio caro giovane
andato a servire l'imperatore.

Napoleone è andato in Francia
e non è più tornato
che dolore veder far guerra
la più bella gioventù.

Col sovrano sono arrabbiata
perchè fa ammazzare i soldati
e ora che c'è anche il mio ragazzo
non torno a far la pace.

E che notte improvvisa
che buio che è venuto
il sovrano porta via
la più bella gioventù.

Per me non brilla più nemmeno il sole
come brillava l'anno scorso
l'anno scorso avevo un ragazzo
il sovrano me l'ha rubato.

Gesù, io sono disperata
perchè è morto il mio povero uomo
Maledetta sia la guerra!
Maledetto Napoleone!

Contributed by Bernart Bartleby - 2014/4/1 - 21:56



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org