Lingua   

Per San Suu Kyi

Alberto Cesa e Cantovivo
Lingua: Italiano

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Aung San Suu Kyi
(Jane Birkin)
Pover suldà
(Alberto Cesa e Cantovivo)
Operation Visit Myanmar
(Peter Hicks)


[2005]
Album :Festa d'aprile
festadaprileretro

Aung San Suu Kyi
Aung San Suu Kyi




Era notte fonda sulle pianure d'Oriente
San Suu Kyi era tornata, sua madre era morente
nel cielo di Birmania smisero di volare
anche le nuvole più allegre per poterla accompagnare
sul sentiero dell'amore, sul sentiero della storia
di suo padre combattente ammazzato come la memoria
si una stagione di cuori rossi forti e pieni di fantasia
di una stagione che anche quella volta i generali le han portato via

San Suu Kyi
San Suu Kyi

Non c'è più ragione, non c'è più mistero
solo il fuoco silenzioso di un mondo diventato nero
alla faccia del controllo, del controllo generale
del villaggio che chiamano, che chiamano globale
è soltanto una centrale degli affari del capitale
che considera un nemico che vede come una rovina
chi non vende il suo cervello a un massacro a una carneficina
chi non vende le sue braccia all'oppio o all'eroina

San Suu Kyi
San Suu Kyi

Nascosta tra la folla San Suu Kyi tra la sua gente
tra migliaia di ragazzi che non hanno più paura di niente
San cammina su un tappeto di petali di fiori
che han raccolto nella notte per riempirla di colori
occhi dolci sguardo fiero come bambina d'Oriente
premiata in Occidente per chi vuole facilmente
liberarsi di una regione che ha cambiato nome
e vive solo nei suoi passi nascosti tra la gente

San Suu Kyi
San Suu Kyi

inviata da DonQuijote82 - 31/3/2013 - 11:53


Sì, obbrava Sansuchì; intanto, già la si vede alle parate militari di regime, giusto giusto accanto ai generali medagliati:

sansucacelo1


"La leader dell'opposizione birmana Aung San Suu Kyi ha assistito oggi per la prima volta alle parate militari in occasione della "Giornata delle forze armate" in Birmania, organizzate dallo stesso esercito che l'ha mantenuta prigioniera per 15 anni, a conferma di un crescente riavvicinamento che non ha mancato di generare polemiche. Suu Kyi, ha spiegato un portavoce della sua "Lega nazionale per la democrazia", è stata invitata dall'esercito alla marcia di 6 mila soldati tenutasi nella capitale Naypyidaw, dove è rimasta seduta vicino ad alcuni generali. Lo scorso gennaio, la figlia del generale Aung San (padre dell'indipendenza) aveva rivelato di "avere un debole" per l'esercito, dichiarazione che non fu ben digerita da diversi dissidenti. Nella parata di oggi, l'influente Tatmadaw - l'esercito, a cui vanno per diritto un quarto dei seggi del Parlamento - ha ribadito il suo ruolo politico. "Il Tatmadaw protegge la nazione da ogni sorta di pericoli, ma gioca ugualmente un ruolo nella politica nazionale in accordo con la volontà del popolo, quando la nazione fa fronte a dei conflitti etnici o a lotte politiche", ha dichiarato il generale Min Aung Hlaing, capo delle forze armate, che hanno governato il Paese dal 1962 al 2011. Diversi osservatori fanno notare come l'avvicinamento di Suu Kyi ai militari possa costituire un calcolo strategico della "Signora" nel tentativo di venire eletta presidente nel 2015, una carica che al momento le è preclusa in quanto vedova di uno straniero, come stabilito dalla Costituzione. La Carta può essere emendata dal Parlamento solo con una maggioranza superiore al 75 per cento, consentendo così un effettivo potere di veto all'esercito. (ap)"

sansucacelo2


Sarà che forse ho una diffidenza naturale verso eroi e eroine dei media occidentali, ma questa qui mi sembra soltanto una perfetta intrigante, di quelle che piacciono tanto al PD e ai suoi simpatizzanti. Vabbè che dalle nostri parti ci abbiamo avuto anche il "compagno" Bevtinotti che andò alla parata con la spilla antimilitavista...

Riccardo Venturi - 31/3/2013 - 18:10



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org