Lingua   

La notte di Genova

Contratto Sociale GNU Folk
Lingua: Italiano

Scarica / ascolta

Loading...

Guarda il video

Loading...

Ti può interessare anche...

Una Questione Privata
(Contratto Sociale GNU Folk)
Pranzo al G8
(Mauro Geraci)
Avanzo de cantiere
(Banda Bassotti)

genova pestaggi
Genova - G8

[2011]
Album :CsGf – Nero

ep-essenziale2

2013
R_Evoluzione
feat feat Picchio ‘Banda Bassotti’, Elena Giuliani, Andrea Mei
R_Evoluzione

Il luglio appiccicoso rialza la testa, un anno dopo in Piazza Alimonda,
non c’è traffico le strade sono vuote, la normalità è tornata a regnare.
si sente ancora se stai ad ascoltare le grida di piazza che vogliono restare,
via Torino immersa nel traffico ricorda lo scontro di un anno passato
Passato nel ricordo e nella speranza
Di uomini e donne che scesero in piazza
Dei loro sogni, di un mondo migliore
Di qualcosa da cambiare

Genova non ha scordato, lei non può dimenticare
Bandiere al vento, i nostri pensieri
Il volo di un ideale.

Genova non ha scordato, lei non può dimenticare
I vostri insulti il ventennio tornare
I manganelli parlare

Gioia colori, studenti, operai, anime diverse un solo pensiero
La marcia del sole contro la notte, lo spirito dei vecchi le loro lotte.
Ricordo le danze, la musica intorno, scherzi e racconti di un popolo in marcia
Valori e culture, la loro ragione, contro otto idee di sopraffazione
Poi il fuoco fu come un segnale, la legalità venne a mancare,
disperso il corteo senza ragione, ma le nostre idee san volare


Genova non ha scordato, lei non può dimenticare
Bandiere al vento, i nostri pensieri
Il volo di un ideale.

Genova non ha scordato, lei non può dimenticare
I vostri insulti il ventennio tornare
I manganelli pestare

Forse l’asfalto di quelle strade è stato lavato per dimenticare,
ma la memoria è figlia del tempo e riporta l’immagine del luglio d’inverno
ma Genova è libera nei nostri occhi, nel ricordo di Carlo e dei suoi sogni
nello spirito dolce della protesta, nella forza sincera di chi dice basta
forse le strade ora sono sicure, per chi dirige le vostre paure
ma so che quel sole verrà, sulla notte di Genova.

Ma Genova non ha scordato, non puoi vincere il coraggio
La protesta è viva, è figlia del vento, ritornerà il nostro maggio.

inviata da DoNQuijote82 - 9/2/2012 - 19:25

Aggiungi...

 Nuova versione o traduzione   Commento   Segnala indirizzo per scaricare la canzone 

Pagina principale CCG
L'archivio Chi siamo Novità Guestbook Links

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org