Lingua   

Grido di pace

Federica Baioni
Lingua: Italiano



Federica Baioni
Luci di una città beata
lontana da ogni cosa
vicina a di Istanbul

Vento lontano e spira tanto
ancora in lungo e in largo
nella città dei re

strade affollate e rumorose
medine silenziose
nella città dei re

sera, la quiete si avvicina
lontano su una vela
beccheggia l'anima

vedo un muto minareto,
la voce di un profeta
che grida pace Allah

popolo di terre di confine
legati ad una fune
dal mondo occidentale

D'improvviso un grido nella notte arriverà
grido di pace questo indifferenza spezzerà
dentro la coscienza e nelle anime
come luna nuova

Spade oh armi silenziose
un gioco di potere
così nel sol vedrai

la pace arriverà
la pace arriverà
lontano e oltre il mar

inviata da DonQuijote82 - 12/11/2011 - 11:10


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org