Language   

Chelu e mare

Maria Carta
Language: Sardinian

Download / Listen

Loading...

Related Songs

Lamentos d'unu nobile
(Peppino Mereu)
Funeral de um lavrador
(Chico Buarque de Hollanda)
A Luis Emilio Recabarren
(Víctor Jara)

minatori
The War of Labour: Emigration, Immigration, Exploitation, Slavery

Testo di Salvatore Farina (1936-1978) di Ozieri (Sassari), poeta assai apprezzato che, fra l’altro, tradusse in sardo la Ballade des pendus di François Villon.
Elaborazione di M. Carta.
Testo trovato su sito della Fondazione Maria Carta
Nell’album “Canti popolari della Sardegna – Chelu e mare”, 1992

cartamaria

Brano dalla melodia campidanese, cantato in lingua logudorese con accompagnamento affidato alle launeddas (flauto multiplo ad ancia battente) del maestro Luigi Lai.

Canto d’emigrazione. Una madre piange perché il figlio è costretto a partire dalla Sardegna per trovare lavoro.

Chelu, mare, mare e chelu,
unu lugore est’andende,
undas, undas, subrappare,
coro mannu chei su mare.

“Como mama, poberitta,
accherada in su giannile
est’a corona in sa manu,
in sa manu sa corona”.

Es currende ranu ranu:
“Bae, bae in bon’ora,
carre mia, e bona sorte,
cun saludu e cun fortuna”.

“Si mi faghe tempus bonu
e m’assistì sa fortuna,
‘eo no istent’a torrare”.
Curre curre sa corona.

“No ti lèes pensamentu
sa vida chi ti desi
como es solu sa tua,
non heppas presse ‘e torrare”.

Una mama in su giannile,
una lagrima ogni ranu,
unu coro in mesu mare,
unda, unda subrappare.

Contributed by Bartleby - 2011/5/16 - 08:28


compare to original

Language: Italian

Traduzione italiana dal sito della Fondazione Maria Carta

CIELO E MARE

Cielo e mare, mare e cielo,
una luminosità si irradia
onde su onde,
cuore grande come il mare.

“Ora mamma, poveretta,
seduta sulla soglia di casa
ha il rosario in mano,
In mano tiene il rosario.”

Sta scorrendo grano a grano:
“Va, vai in buon’ora carne mia,
che tu abbia buona sorte,
Salute e fortuna”.

“Se avrò tempo buono
e mi assiste la fortuna
non tarderò a tornare”.
Corre, corre il rosario.

“Non ti tormenti questo pensiero:
la vita che ti ho dato
è solo tua,
non aver fretta di tornare”.

Una madre sulla soglia,
onda su onda.
un cuore in mezzo al mare,
una lacrima ad ogni grano,
onda su onda.

Contributed by Bartleby - 2011/5/16 - 08:30

Add...

 New Version (or Translation)   Commentary   Submit address for download 

Main Page
Database Who are we? News Guestbook Links

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org