Language   

Glad to Be Gay

Tom Robinson Band
Language: English

List of versions


Related Songs

You Can't Pray the Gay Away
(Laura Bell Bundy)
Man You Never Saw
(Tom Robinson Band)
Stand Together
(Tom Robinson Band)


[1976]
Nell’EP “Rising Free” del 1978
Parole e musica di Tom Robinson

TRBRisingfree

Scritta da Tom Robinson in occasione della London Gay Pride parade del 1976, la canzone divenne subito l’inno del movimento gay britannico.
Il titolo si riferisce allo slogan stampato sulle spillette che circolavano nel movimento a metà degli anni 70.

gladtobegay-badge-2


Tom Robinson ha scritto parecchie versioni di questo suo brano, spesso con cambiamenti minimi nel testo. Rimando quindi chi fosse interessato alla pagina dedicata.
Ho scelto però di riportare qui il testo della demo del 1976, e non quello ufficiale del 1978, perché contiene una strofa in più dedicata a Peter Wells, un gay buttato in prigione perché sorpreso durante un rapporto con un diciottenne. Infatti all’epoca se per gli eterosessuali l’età consentita era i 16 anni, per i gay era invece 21. Nel 1979 Tom Robinson cantò questa versione ad un concerto organizzato per raccogliere fondi per le campagne di Amnesty International e lo fece per denunciare che la stessa AI non dava assistenza ai prigionieri gay, rifiutando di riconoscere la discriminazione sessuale di cui erano oggetto come violazione dei diritti umani.

La dedica introduttiva si riferisce al fatto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità fino al 1990 ha ricompreso l’omosessualità nell’elenco ufficiale delle malattie planetarie.
Tom Robinson se la prende con la violenza della polizia, che amava (e ama ancora spesso) accanirsi contro i gay e che negli anni 60 e 70, in particolare, aveva mano libera nei raid contro i loro luoghi d’incontro grazie al “1967 Sexual Offences Act” in base al quale l’omosessualità, tollerata come fatto privato, era criminalizzata se manifestata pubblicamente. La canzone prosegue con un attacco all’ipocrisia di una società dove fiche e tette già occhieggiavano ad ogni angolo ma guai ad un nudo maschile… e, per giunta, se una donna nuda campeggiava in prima pagina, era facile che l’editoriale contenesse un attacco omofobico (vedi “The Sun”). Inutile dire che in una società dove l’omofobia viene istituzionalizzata, ogni “buon” cittadino si senta in dovere di pestare a sangue il primo “frocetto” che incontra… L’ultima strofa contiene un invito al “coming out” e alla lotta, un attacco ai pavidi, ai gay “mimetici” che per paura e per quieto vivere non si dichiarano e assistono senza fare nulla alle violenze e alle prevaricazioni subite da coloro che invece si espongono.

Nel 1978 "Glad to Be Gay" si piazzò al 18° posto della classifica dei singoli dopo solo una settimana dalla sua uscita, ma la BBC rifiutò di includere la canzone nella UK Top 40 Singles Chart.
This song is dedicated to the World Health Organization, it’s a medical song and it concerns a disease whose classification according to the International Classification of Diseases is 302.0.

The British police are the best in the world
I don’t believe one of these stories I’ve heard
‘Bout them raiding our pubs for no reason at all
Lining the customers up by the wall
Picking out people and knocking them down
Resisting arrest as they’re kicked on the ground
Searching their houses and calling them queer
I don’t believe that sort of thing happens here

So sing if you’re glad to be gay
Sing if you’re happy that way

Pictures of naked young women are fun
In Esquire and Playboy, page three of The Sun
But naked young men are corrupt and obscene
And that’s why they only bust our magazines
Read how disgusting we are in the press
In the Telegraph, People and Sunday Express
Molesters of children, corruptors of youth
It’s there in the paper it must be the truth

Sing if you’re glad to be gay
Sing if you’re happy that way

Don’t try to kid us that if you’re discreet
You’re perfectly safe as you walk down the street
You don’t have to mince or make bitchy remarks
To get beaten unconscious and left in the dark
I had a friend who was gentle and short
He was lonely one evening and went for a walk
Queerbashers caught him and kicked in his teeth
He was only hospitalised for a week

So sing if you’re glad to be gay
Sing if you’re happy that way

Have you heard the story about Peter Wells
Who one day was arrested and dragged to the cells
For being in love with a man of 18
The vicar found out they’d been having a scene
The magistrates sent him for trial by the Crown
He even appealed but they still sent him down
He was only mistreated a couple of years
Cos even in prison they look after the queers

So sing if you’re glad to be gay
Sing if you’re happy that way

So sit back and watch as they close down our clubs
Arrest us for meeting and raid all our pubs
Make sure your boyfriend’s at least 21
So only your friends and your brothers get done
Lie to your workmates and lie to your folks
Put down the queens and tell anti-queer jokes
Gay Lib’s ridiculous, join the laughter
‘The buggers are legal now, what more are they after?’

And sing if you’re glad to be gay
Sing if you’re happy that way

Contributed by Bartleby - 2010/9/14 - 10:47



Language: Italian

Versione italiana di Lorenzo Masetti
CONTENTO DI ESSERE GAY

Questa canzone è dedicata all’Organizzazione Mondiale della Sanità, è una canzone sulla medicina e riguarda una malattia la cui classificazione secondo la Classificazione Internazionale è 302.0.

La polizia inglese è la migliore del mondo
non credo neanche a una di quelle storie che ho sentito
di quando hanno fatto irruzione nei nostri pub senza ragione
e hanno messo i clienti in fila al muro
hanno scelto gente a caso e li hanno spinti a terra
a resistere all’arresto distesi mentre li prendono a calci
hanno perquisito le loro case chiamandoli froci
Non penso proprio che cose del genere accadano qui

Allora canta se sei contento di essere gay
canta se sei felice così

Le foto delle ragazze nude sono divertenti
Su Esquire e Playboy, a pagina tre del Sun
Ma i ragazzi nudi sono corrotti e osceni
ed è per questo che stracciano solo le nostre riviste
Leggi come siamo disgustosi secondo la stampa
Sul Telegraph, su People e sul Sunday Express
Molestatori di bambini, corruttori della gioventù
E’ scritto nero su bianco, dev’essere vero

Canta se sei contento di essere gay
canta se sei felice così

Non cercare di farci credere che se sei riservato
sei completamente al sicuro quando passeggi per strada
non hai neanche bisogno di essere volgare o fare commenti malevoli
per essere picchiato e lasciato incosciente al buio
avevo un amico tenero e bassino
era solo una sera ed è andato a fare un giro

I picchiatori di finocchi l’hanno preso e cazzottato nei denti
è stato in ospedale solo una settimana.

Allora canta se sei contento di essere gay
canta se sei contento così

Hai sentito la storia di Peter Wells
un giorno è stato arrestato e trascinato in galera
perché era innamorato di un uomo di 18 anni
il parroco ha scoperto che avevano una storia
i magistrati l’hanno processato in nome della Corona
ha anche fatto appello ma l’hanno comunque condannato
è stato solo maltrattato per un paio d’anni
perché anche in prigione si occupano dei ricchioni.

Allora canta se sei contento di essere gay
canta se sei felice così

Allora siediti tranquillo a guardare mentre chiudono i nostri club
ci arrestano perché ci incontriamo e fanno irruzione in tutti i nostri pub
Assicurati che il tuo ragazzo abbia almeno ventun anni
Così che solo i tuoi amici e i fratelli concludano
Menti ai tuoi colleghi e racconta frottole alla tua gente
lascia stare le checche e racconta barzellette omofobe
La liberazione gay è assurda, e ridi con loro
“‘Sti froci ora sono anche legali, che vogliono ancora?”

E canta se sei contento di essere gay
canta se sei felice così

2013/1/27 - 16:38



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org