Lingua   

Malembe

Quilapayún
Lingua: Spagnolo


Ti può interessare anche...

Todo cambia
(Julio Numhauser)
Pichona sin pichón
(Patricio Castillo)
A la mina no voy
(Quilapayún)


[1975]
Album “Adelante!”
icono-adelante

“Malembe”, o “maleme”, è un termine di origine africana (bantu?) usato in molti paesi dei Caraibi, in Brasile e in Venezuela ma non sono riuscito a risalire al significato preciso. “Malembe” può essere un saluto, un augurio di buona giornata, ma in Venezuela significa anche “andare lentamente” e indica anche un tipo di danza praticata nel corso di certe feste sincretiche, come il “Tamunangue” o “Son de Negros” che si tiene nello Stato del Lara. “Maleme” può significare anche “misericordia”, quella invocata in tante canzoni popolari dal vecchio nero che ha trascorso l’intera esistenza in schiavitù…
Credo che in questa canzone dei Quilapayún – di cui essi stessi indicano l’origine cubana - il “Malembe” assuma la valenza dello spirito del popolo che soffre ma che sempre si ribella e colpisce i propri oppressori.
Aquí traigo mi Malembe
para darle duro y fuerte,
a esos cuatro generales
que han causado tanta muerte.

Malembe, Malembe,
Ay, Malembe, Malembe.
Para resolver, Malembe, Malembe.
Para los traidores, Malembe, Malembe.
Para los fascistas, Malembe, Malembe.
Para los gorilas, Malembe, Malembe.

El Malembe es cosa buena
para el justo y el honrado,
pero es malo y pernicioso
para todos los malvados.

El Malembe justiciero
es de los trabajadores,
no habrá momio que se escape
cuando caigan los traidores.

inviata da Bartolomeo Pestalozzi - 17/8/2010 - 13:21



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org