Lingua   

Uno come noi

Nomadi


Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Il Libero
(Nomadi)
Il vento
(Litfiba)
Tienanman Squared
(Hed PE / (HəD) Planeth Earth)


Gente come noi
In “Uno come noi”, brano tratto da “Gente come noi” (1991) i Nomadi ci raccontano proprio la storia di quel ragazzino magro, della sua magia di fermare una fila intera di carri armati davanti alla sua statura di uomo senza scudo e di tutti quegli sguardi attenti ad ammirarne l’eroico gesto: “Per un momento è stato come se tutto il mondo fosse fermo lì davanti a te, a un piccolo uomo, a un grande uomo, a uno come noi”.

Tiananmen


Poi nessuno lo vide più. Sparì. Svanì. Quel piccolo grande uomo l’ultima volta aveva dato le spalle al mondo; e probabilmente per sempre. Ora, forse, tornava nel vento a riprendersi l’immensità di quella piazza, a raccogliere in un solo soffio tutto l’orizzonte visibile, a richiamare attorno a sé la libertà che qualcuno gli aveva tolto…e nello stesso tempo dato: “Sono il vento, sono libero come il vento”.

(Dario Corale, da Area locale)
Con il tuo esile corpo hai fermato un carro armato,
bastava un ordine e saresti stato schiacciato.

Ma per un momento è stato come se tutto il mondo
fosse fermo lì davanti a te, a un piccolo uomo
a un grande uomo, a uno come noi.

Sarebbe facile dire che tu hai sconfitto un'idea,
come se odio e violenza avessero solo quel colore.

Ma sto pensando a tutti quelli che hanno pagato
nel silenzio e nel dolore, perché il carro armato
non s'è fermato, niente ha risparmiato.

Ti voglio dire che né politica, né religione,
danno il diritto di troncare la vita di un uomo.

Che sogna solo una casa una donna un lavoro,
di essere libero e un poco felice in un mondo migliore
fatto di gente, gente come noi.

Con il tuo esile corpo hai fermato un carro armato
bastava un ordine e saresti stato schiacciato.

Ma per un momento è stato come se tutto il mondo
fosse fermo lì davanti a te, a un piccolo uomo
a un grande uomo, a uno come noi.

SEMPLICEMENTE STRAORDINARIA

ALE - 6/12/2006 - 20:52


NON HO PAROLE
PACIFISTA

nO gLOBAL - 19/1/2008 - 14:05


STUPENDA! Sono un fan dei Nomadi ma ascolto in genere tutta la musica "impegnata". Complimenti per il sito, fatto bene e ricco di informazioni esatte! Continuate così. Buon lavoro, Erminio.

erminio - 5/3/2008 - 19:55


i nomadi sono sempre i migliori.
moltissime delle loro canzoni sono contro la guerra. SEMPRE SOLO NOMADI!!!

nomadicontrola guerra - 21/7/2009 - 11:08


ora e sempre

Fiastro - 10/9/2009 - 21:47


eterni, unici ma quando sento Augusto il mio animo viene proiettato in una galassia senza parole è solo pura poesia

rosa - 10/11/2012 - 10:00


Capisco che un anarchico sia contro l'autoritarismo, ma dal momento che per poter incidere sul relae e che per intaccare privilegi i metodi liberali non sono possibili, e che lo stesso liberalismo è stato criticato da Marx, da Lenin e dai marxisti, penso che a Tiananemen sia andata tutto sommato bene.


Se fosse stato per gli studenti oggi la Cina avrebbe un'economia in mano ai privati come quella degli stati europei. Invece oggi in Cina ancora molte cose sono dello Stato, insomma sicuramente è molto più a sinistra degli stati europei, anche se capisco che questa prospettiva sia difficile da capire in quanto non viene mai presentata e alimenta la confusione di credere che sinistra voglia dire liberalismo mentre destra autoritarismo.
La canzone non prende apertamente le parti degli studenti ma certamente scegliere un atteggiamento comprensivo ed empatico solo verso di loro è di parte.

Matteo Tripodi - 26/9/2017 - 00:22


A chi ti stai riferendo, Matteo, visto che questa pagina non riporta nessun intervento di anarchici...?

CCG/AWS Staff - 26/9/2017 - 03:31


Anarchici o non anarchici, dire che la Cina sia più a sinistra di tanti stati europei è una solenne sciocchezza. In Cina al giorno d'oggi regna il più spietato capitalismo selvaggio, certo non liberista ma controllato dallo stato, ma sempre capitalismo con tutti i crismi compreso lo sfruttamento dei lavoratori occupati a fare tutte le cosine made in china che poi rivendono da noi. Il fatto che al governo ci sia un partito unico che si chiama comunista e che utilizza alcuni simboli propri di quell'ideologia è secondo me solo un dettaglio.

Lorenzo - 26/9/2017 - 10:36


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org